Airsardinia virtual

Livree per XPL 11 e 12

Il Douglas DC-3 era un aereo di linea, bimotore ad ala bassa, sviluppato dall’azienda statunitense Douglas Aircraft Company negli anni trenta e prodotto fino agli anni quaranta. Inizialmente destinato al traffico commerciale su rotte a breve e medio raggio incontrò il favore delle compagnie aeree e conobbe un considerevole successo commerciale; Durante la II^ Guerra mondiale fu impiegato in larga scala in massicce operazioni di lancio paracadutisti, armi, rifornimenti e soccorso su tutti i fronti del pianeta,  la Douglas vendette anche i diritti di produzione su licenza sia in Unione Sovietica, dove fu costruito come Lisunov Li-2, che in Giappone, dove Nakajima Hikōki e Showa lo realizzarono con il nome di LD2 A seguito dell’entrata degli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale ne venne derivata una versione da trasporto militare, il C-47 Dakota/Skytrain, che fu utilizzata in tutti i teatri fino alla conclusione del conflitto. Questo è l’aereo che piu di tutti ha contribuito allo sviluppo d3ll’aviazione operando in tutti i più sperduti angoli del pianeta, dalle savane africane ai poli.Benché la produzione del DC-3 sia ormai terminata da tempo, sono ancora numerosi gli esemplari in condizioni di volo ed utilizzati in varie parti del mondo, tra cui alcune conversioni equipaggiate con motori turboelica. Museo A.M. Vigna di Valle esposto quello sul quale l’autore ha volato per tre incredibili anni Per saperne di più

Il Bombardier Q-Series noto anche come Dash 8, precedentemente designato de Havilland Canada Dash 8 o DHC-8, è una famiglia di bimotori di linea regionale turboelica prodotta originariamente dall’azienda canadesede Havilland Canada, poi dalla Bombardier, dagli anni ottanta. Venne progettato nel 1983 dalla allora de Havilland Canada, oggi Bombardier, dopo che quest’ultima l’aveva acquistato dalla Boeing nel 1993, per migliorare le prestazioni del Dash 7. Il Dash 8 ha cambiato nome nel 1996 in Q-Series, da Quiet (silenzioso in inglese), dopo che la Bombardier ha installato il sistema ANVS (Active Noise and Vibration Suppression) per ridurre i rumori e le vibrazioni in cabina.

Il prototipo del DHC-8 effettuò il suo primo volo il 20 giugno 1983. La sua entrata in servizio avvenne con la compagnia di lancio NorOntair il 23 ottobre 1984. Fino ad oggi sono stati consegnati circa 1 000 esemplari di Dash 8 in diverse varianti. Il Dash 8 è caratterizzato da ali in posizione alta sotto le quali è montata una coppia di motori turboelica PW120A; ha un’ampia deriva verticale a T con ampi piani orizzontali. Oltre ad essere impiegato in ambito civile nel suo primario ruolo di vettore per compagnie aeree regionali, il Dash 8 è utilizzato anche in ambito militare come aereo da trasporto, come ad esempio nella Kenya Air Force, o adeguatamente attrezzato come aereo da pattugliamento marittimo nella Al Imarat al Arabiyah al Muttahidah, l’aeronautica militare degli Emirati Arabi Uniti.

Il Boeing 787 Dreamliner è un velivolo bimotore a fusoliera larga per il servizio di linea per voli a medio e lungo raggio, sviluppato dall’azienda Boeing.

La designazione iniziale del velivolo era 7E7, prima della sua ridenominazione, avvenuta nel gennaio 2005. Il primo Boeing 787 Dreamliner è stato presentato l’8 luglio 2007. Originariamente programmato per entrare in servizio nel 2008, il progetto è andato incontro a molteplici ritardi. Il volo inaugurale ha avuto luogo il 15 dicembre 2009 e i test di volo sono stati completati a metà del 2011.

Il Boeing 737 è un aereo di linea bireattore, a fusoliera stretta, utilizzato per le rotte a medio-breve raggio, prodotto dall’azienda statunitense Boeing. Originariamente sviluppato come un bimotore a basso costo per rotte brevi e derivato dal Boeing 707 e dal Boeing 727, con il tempo il 737 si è espanso in una famiglia composta da dieci modelli commerciali con una capacità variabile tra gli 85 e i 215 passeggeri. Il 737 è l’unico aereo di linea a fusoliera stretta della Boeing attualmente in produzione, con le varianti 700, -800 e -900ER disponibili al 2015. Nel 2017 ha debuttato una versione riprogettata, il 737 MAX. Originariamente concepito nel 1964, il primo 737-100 ha effettuato il suo primo volo nel mese di aprile 1967 ed è entrato in servizio l’anno successivo con la compagnia aerea tedesca Lufthansa. Un anno dopo è entrato in servizio il modello allungato 737-200. Durante gli anni 1980, Boeing ha proposto i modelli -300, -400, -500, di seguito indicati come la serie Boeing 737 Classic. I 737 Classic hanno aggiunto capacità di trasporto, sono equipaggiati da motori turboventola CFM56 e vantano dei miglioramenti alle ali. Nel 1990 la Boeing ha introdotto il 737 Next Generation che presenta diverse modifiche, tra cui una maggiore e ridisegnata apertura alare a flusso laminare, una cabina di pilotaggio dotata di glass cockpit e nuovi interni. Il 737 Next Generation comprende quattro versioni -600, -700, -800, -900 e modelli, che vanno dalla lunghezza di 31,09 a 42 metri. Utilizzando come base il Next Generation, vengono prodotte anche le versioni Boeing Business Jet. Con 10478 esemplari consegnati e altri 4754 da consegnare (ordini totali, tutti i modelli, al 31 gennaio 2019: 15232) è l’aereo passeggeri più prodotto nella storia dell’aviazione. È talmente diffuso che nel 2006 è stato stimato ci fossero circa 1.250 velivoli di questo tipo in volo contemporaneamente in tutto il mondo, mentre, in media, ne decollava o atterrava uno ogni cinque secondi.

B737-800 SA-MAMTH UNO DEI NUMEROSI 737 AIRSARDINIA

Il Cessna 172 Skyhawk , utilizzato per collegamento charter in Airsardinia e come nave scuola per i nuovi piloti, vi insegnerà tutto quello che occorre per essere un vero pilota.

E’ un monomotore quadriposto ad ala alta da turismo e da addestramento prodotto dalla Cessna Aircraft Company a partire dagli anni Cinquanta ed ancora in produzione. Probabilmente il più famoso aereo da addestramento mondiale, è l’aeroplano leggero prodotto nella storia che ha avuto più successo. I primi modelli uscirono nel 1956 e sono ancora in produzione nel 2022. Il Cesnino (per gli amici di questa compagnia) iniziò la sua vita come un aggiornamento del Cessna 170 da cui differiva per la sostituzione del carrello d’atterraggio triciclo posteriore con uno a triciclo anteriore.

Il 172 divenne quindi un successo di vendite e ne furono costruiti oltre 1400 nel 1956, il suo primo anno di produzione a pieno ritmo. I primi 172 erano simili al 170, con la stessa fusoliera dritta e le alte gambe del carrello, sebbene il 172 avesse un timone trapezoidale mentre il 170 aveva i piani di coda ellissoidali. Le ultime versioni del 172 incorporavano un carrello d’atterraggio riprogettato la fusoliera posteriore riprofilata che permetteva l’installazione di un finestrino posteriore. La Cessna pubblicizzò questa visibilità posteriore come “Omni-Vision”. L’ultimo miglioramento estetico fu a metà degli anni sessanta, era il timone a freccia che è in uso ancora oggi. Questa configurazione strutturale è rimasta sostanzialmente invariata da allora, tranne per gli aggiornamenti nell’avionica e i nei motori. La produzione si è arrestata a metà degli anni ottanta, per riprendere nel 1996 con il Cessna 172R Skyhawk  da 160 hp e fu rinvigorita nel 1998 con il Cessna 172S Skyhawk SP a 180 hp.

Questa livrea viene prodotta in celeste o rosa e il nome del neonato/a viene riportato sulla fusoliera in modo che la scritta diventi “Sa Sardinia e (nome) in su core” Ovviamente è su richiesta, per averla, contattare Marco SDG002

Il Beechcaft BE58 Baron è un aereo da trasporto leggero/utility bimotore ad ala bassa sviluppato nei tardi anni cinquanta ed inizialmente prodotto dall’azienda statunitense Beech Aircraft Corporation a partire dai primi anni sessanta; attualmente è realizzato, nelle sue ultime versioni, dalla Hawker Beechcraft Corporation, azienda del gruppo Onex Holding Corporation. Il Baron, variante del Beechcraft Bonanza o più specificatamente del Travel Air, venne introdotto nel 1961 affiancando l’offerta del bimotore Twin Bonanza in quanto, pur avendo delle caratteristiche in comune, l’azienda ritenne che i due fossero modelli interamente differenti e rivolti a tipologie di mercato non in concorrenza. Benché originariamente progettato per il mercato dell’aviazione civile, le sue caratteristiche ne hanno suggerito la proposta anche sul mercato militare sviluppandone anche una versione, identificata come T-42/T-42AT Cochise, specificatamente sviluppata come aereo da addestramento per lo United States Army, l’esercito statunitense.

L’Airbus A321 è un aereo di linea bimotore a fusoliera stretta per trasporto passeggeri che fa parte della famiglia degli Airbus. Viene utilizzato sulle rotte a corto-medio raggio.

Caratteristica degli Airbus è di avere un type rating comune con tutte le altre varianti della famiglia consentendo ai piloti di poter volare su tutti i velivoli della famiglia senza la necessità di ulteriore addestramento.


 

Leggi tutto: Livree per XPL 11 e 12